Aprire una società in Estonia con e-residency, conviene o non conviene? In questo articolo vi illustrerò pro e contro della tanto discussa e-residency in Estonia.

Aprire una società in Estonia con e-residency conviene davvero? Ci sono Paesi migliori in Europa in cui avviare una società?

Sono alcune delle domande che più spesso mi vengono poste e a cui oggi voglio dedicare un articolo per chiarire un po’ di cose.

Intanto, lo dico subito, aprire una società in Estonia con e-residency non sarà per molti di voi la scelta migliore!

Ma vediamo perché.

Nota: ho avviato personalmente una delle mie società in Estonia e nel corso degli ultimi anni ho supportato decine di imprenditori ad aprire una società in Estonia con e-residency. Tradotto: so di cosa parlo!

Vendi servizi professionali?

Se sei un consulente o in generale la tua è un’offerta di servizi, come ad esempio video-corsi, e-books, etc, aprire una società in Estonia con e-residency potrebbe fare al caso.

Naturalmente la cosa meriterebbe comunque un approfondimento.

Startup di servizi

In un mio post di qualche tempo fa, vi ho già parlato di perché l’Estonia per avviare una startup potrebbe essere una scelta vantaggiosa.

Anche qui, dipende da cosa nello specifico la vostra startup vorrà fare da “grande”

Se vuoi leggi il mio articolo a questo link: Startup in Estonia, ecco perché è il Paese giusto

Vendi prodotti online?

In questo caso aprire una società in Estonia con e-residency è da sconsigliare.

Se il tuo obiettivo è di avere un carico fiscale (tasse) più basso che in Italia non lo avrai affatto.

Perché? Dovrai comunque versare l’IVA nel Paese in cui i tuoi prodotti sono stoccati o venduti (al superamento dei limiti IVA fissati per ciascun Paese).

Domanda: Posso stoccare i miei prodotti in un centro logistico in Estonia?

Risposta: Si, ma la cosa è economicamente non conveniente per via degli alti costi di gestione di un centro logistico in Estonia quando paragonati a quelli di altri Paesi europei.

Vendo prodotti su Amazon FBA

Usare come sede legale della tua azienda l’Estonia è una delle scelte peggiori che tu possa fare.

Amazon non opera in Estonia con nessun dei suoi centri logistici. Quindi non ne avrai nessun beneficio.

Dovrai infatti ad aprire una posizione fiscale per ciascun Paese in cui i tuoi prodotti saranno stoccati con Amazon FBA.

Inoltre, dovrai versare l’IVA nelle diverse giurisdizioni in cui venderai i tuoi prodotti.

Ultimo, ma non meno importante, si configurerà a tutti gli effetti un reato di estero-vestizione.

Pro di aprire una società in Estonia con e-residency

  • Aprire una società in Estonia con e-residency è un processo più o meno snello se lo si paragona ad avviare una SRL in Italia;
  • Il capitale sociale di una società in Estonia (ndr. 2.500 euro) può essere utilizzato per i costi correnti,la tassazione reale è del 26% circa;
  • Ricevi una carta d’identità (simile alla mia che vedi in foto) che può essere utilizzata da remoto e funge da firma digitale per firmare qualsiasi tipo di contratto o documento;
  • i costi di gestione (esempio un commercialista in Estonia) sono abbastanza contenuti e nell’ordine di 100,00 circa al mese.

estonia-identità-digitale

La mia ID-Card per firmare contratti a distanza e eseguire operazioni bancarie.

Contro di aprire una società in Estonia con e-residency

  • Avviare una società in Estonia è un processo agevole solo dopo che avrai ottenuto e ritirato la tua e-residency presso un’ ambasciata / consolato estone o pick-points. In Italia si trova a Roma. Quindi aggiungi le spese di viaggio al costo complessivo di aprire una società in Estonia con e-residency se non risiedi nella Capitale;
  • La e-residency costa 100,00 euro e ha una validità di 4 anni. Alla scadenza stesso iter descritto al punto precedente;
  • Aprire un conto corrente in Estonia è più o meno semplice, ma solo recandoti personalmente in Estonia. Via internet al momento non è possibile aprire nessun conto corrente con una banca estone. Tutte le alternative che ti saranno proposte (esempio Banca N26 o similari) sono solo sono momentanee. Infatti, entro 2 anni andrà obbligatoriamente versato il capitale sociale minimo (ndr. 2.500 euro) presso una banca estone autorizzata. Per la serie: un giro a Tallinn dovrete farlo. Altre spese.
  • Tutte le banche hanno costi mensili di tenuta conto.
  • Se aprire una società in Estonia con e-residency è (diciamo”) semplice, apportare delle modifiche (esempio: aumento di capitale o una modifica nella compagine sociale) non lo è affatto. Richiede un notaio come in Italia. Altri soldi. Spesso tanti.
  • Per qualsiasi problema con la vostra società e per il quale vi troverete ad interagire con qualche impiegato (tra inglese e estone) preparatevi a lunghe attese;

Altro che cose da sapere prima di aprire una società in Estonia con e-residency

In diversi dei miei articoli che trovate sul blog, sono stato sempre un fiero sostenitore dell’e-residency estone.

Si tratta di una bellissima e innovativa iniziativa, ma… c’è un ma.

Ottenni la mia e-residency estone nel 2015 e qualche mese dopo avviai la mia prima società in Estonia.

Sull’entusiasmo del momento i difetti si vedono meno o non si vogliono vedere.

Come quello che succede quando perdete la testa per un uomo o una donna… all’inizio sono sempre rose e fiori!

Nel corso degli anni alcuni delle problematiche iniziali che pensavo che col tempo si fossero risolte sono rimaste e altre sono emerse.

In particolare:

  • Chiudere una società in Estonia è complicato;
  • Molto spesso si hanno problemi di autenticazione ai servizi online;
  • In Estonia quello dell’e-residency è ormai un business per tutti. Un business per lo Stato. Un business per commercialisti, notai, banche. I prezzi per i vari servizi sono in constante aumento. Se pensate a più di 100,00 euro mensili per la tenuta della contabilità in un Paese in cui il salario medio è di appena 1.100 euro/mese… (fonte: costodellavita.com)

Qualcuno parla di truffa con riguardo all’e-residency estone. Truffa è esagerato, ma per avviare un business esistono Paesi migliori, quello si.

Quali sono le alternative migliori in Europa rispetto ad aprire una società in Estonia con e-residency?

Nel business le mie priorità -come quello di ogni altro imprenditore- sono: operabilità, facilità, chiarezza, fiscalità e credibilità.

Per spiegarvi cosa intendo per le voci di cui sopra, scriverò un nuovo post non appena mi sarà possibile.

Quello che posso però già dirvi (se vorrete credermi intanto sulla fiducia) è che il Paese migliore in Europa per avviare una società è sicuramente l’Inghilterra. Seguito da: Germania, Olanda e Irlanda.

Per apertura Società LTD in Inghiterra e una serie di altri servizi per il tuo business visita questa pagina della mia azienda.

Conclusioni

In questo articolo vi ho parlato di perché prima di aprire una società in Estonia con e-residency dovreste considerare una serie di fattori e non farvi abbindolare da quanto qualcuno vi vuole vendere in rete.

Ogni cosa -quindi anche aprire una società in una diversa giurisdizione- va fatta a seconda di quelli che sono gli obiettivi concreti di ogni business.

Inoltre, aprire una società in Estonia con e-residency è strettamente legato alla tipologia di business che intendete avviare.

Infine, sulla base delle mie esperienze come fondatore di una società in Estonia e come consulente di business per numerose start-ups e aziende, vi ho portato delle esperienze reali.

Se desiderassi un supporto professionale per valutare in quale Paese avviare la tua società sentiti libero di contattarmi da un dei moduli di contatto presenti sul blog o cliccando sul bottone che trovi accanto.

Se vuoi scopri anche Mekitisi per un supporto completo al tuo business digitale.

Scritto da Stefano, Startup founder | Digital Entrepreneur | Mentor, seguimi su:

Non la solita Newsletter!

Non la solita Newsletter!

1 email al mese sui contenuti più letti + le mie guide che non pubblico sul blog + una sorpresa. Non condividerò mai il tuo indirizzo.

Ci sentiamo presto!

Share This