Le migliori strategie di ICO marketing, quanto dovresti mettere a budget e come realizzarle.

Oggi voglio introdurvi l’ ICO marketing ovvero le diverse strategie di marketing e relativi costi da mettere a budget se stai pianificando -o hai in mente di farlo- un ICO per la tua startup.

L’era delle ICO è appena iniziata e ormai quasi tutti i giorni si sente parlare o si legge di qualche progetto blockchain che ha già lanciato o lancerà a breve la sua ICO per finanziarsi.

Nel 2017, il numero delle campagne ICO è stato in media di 2 al giorno. Molto basso, in relazione -ad esempio- al numero delle campagne crowdfunding o alle richieste (anche se nessuno ha il numero esatto) di fondi richiesti a VCs, banche o altri canali di finanziamento.

Alcune di queste ICO hanno raccolto decine di milioni di euro, molte sono state un fallimento (soft-cap non raggiunto), altre delle truffe, alcune si apprestano già ad essere miliardarie. Telegram ne lancerà una a breve in cui scommette di raccogliere (total supply) 5 miliardi di dollari. Non male.

Se il 2017 è stato l’anno delle “Garage ICO” ovvero di quelle pianificate e fatte in casa (e molte, c’è da dire, ben riuscite), il 2018 è già diventato l’anno in cui le ICO sono diventate qualcosa di più serio e maturo.

In termini di ICO marketing, il budget totale, che va considerato come l’investimento iniziale da fare affinché l’ICO abbia successo, è aumentato rispetto solo a poco tempo fa.

Questo però non significa, in particolare se nel team ci sono persone skillate e il giusto network, che i costi per l’ ICO marketing non possano ridursi anche in maniera considerevole.

In questo artico ti elencherò le strategie e i costi relativi all’ ICO marketing (in euro o BTC).

I costi per l’ICO marketing possono variare (questo dipenderà da vari fattori), ma queste sono le cifre, che per mia personale esperienza, dovresti cominciare a pianificare.

Prima di pensare all’ ICO Marketing

Ti faccio un breve appunto, ma fissalo bene in testa: prima di metter mano al portafoglio, per pagare quello o quell’altro esperto ICO, assicurati che abbia competenze solide su ICO e blockchain declinate su specifiche aree, come: finance, digital marketing, legale, PR, business development in primis.

Sotto i miei precedenti post su come fare un ICO per finanziare la tua startup, che ti consiglio di leggere, per approfondire il tema:

  1. ICO per finanziare la tua start-up: cos’è, come lavorarci, cosa valutare

  2. Come fare un ICO Initial Coin Offering per finanziare la tua startup – Parte I

  3. Come fare un ICO. Quello che devi sapere per pianificarla – Parte II

  4. Come fare un ICO. Prima, durante e dopo – Parte III

 

1. ICO Listing

ico listening

Con ICO listing si intende letteralmente “listare” la vostra ICO.

In parole più semplici, per ai non addetti ai lavori, pubblicare (da qui, listing) la vostra ICO e più nello specifico il White Paper della vostra ICO su siti specializzati che si occuperanno letteralmente di listarla e farla conoscere.

Potresti anche leggereCome scrivere un White Paper per un ICO: trucchi e consigli pratici

Su questi siti troverete una descrizione del progetto, team, luogo, total supply, periodo dell’ICO, distribuzione futura dei tokens, domande da parte di utenti interessati all’ICO, etc.

Vi do due possibili strade.

Opzione 1: Agenzia esterna

Costo: da 15.000 € a 19.000 €.

Servizi:

  • Listare la vostra ICO su almeno 10 ICO listings (compresi quelli a pagamento).

Opzione 2: Fare il listing internamente

Costo: da 0 a circa 10.000 €. (non inclusa la retribuzione del manager -interno al team- ma soli costi “vivi”).

Costi per i principali servizi di listings:

Agenzie di Rating ICO

Diverse agenzie si occupano poi dell’auditing/rating della vostra ICO.

L’audit di un ICO è di estrema importanza in quanto rappresenta prima di tutto una valutazione sulla vostra ICO, il vostro business, team e altri elementi da parte di un soggetto certificato e indipendente, quindi esterno al vostro team.

Il report di audit, che vi sarà fornito e che potrà essere listato sui siti che vi ho passato sopra, rappresenterà una fonte di attrattività non indifferente per i potenziali investitori.

Le principali agenzie di ICO rating e relativi costi sono:

Strategia Consigliata per l’ICO listing

Vi elenco ora alcune strategie di ICO marketing che danno i loro frutti se ben implementate e sviluppate:

  • Listate la vostra ICO su Coinschedule, insieme al vostro ICO report ottenuto da Digrate o qualsiasi altra agenzia di rating e cominciare a fare lo stesso su tutti i canali di ICO listings gratuiti o altri a pagamento.
  • Listate la vostra ICO tutti i giorni. In molti siti “l’annuncio” dura solo 24 ore e il rating, ottenuto da stakeholders/community, durante le 24 ore cambia.
  • Altra cosa molto importante è avere sempre un sito web ben fatto che presenta il vostro progetto di ICO. Quindi includere: white paper, one-pager, business model, team, etc.
  • Fate attenzione sempre alla lingua: usate quella dei vostri potenziali investitori.
  • Contattate i VIP -ovvero investitori con un certo potenziale- personalmente.
  • Partecipate a pitch events soprattutto nei giorni antecedenti al lancio dell’ICO.
  • Raccogliete contattati utili.

2. Paid Advertising 

ico marketing paid ads

Sul Paid Advertising ho poco da aggiungere. Pagate per targetizzare il vostro pubblico e dire”ehi, guarda c’è il progetto e la mia ICO e potrebbe interessarti”.

Anche qui vi due opzioni.

Opzione 1: Agenzia esterna

Costo: circa 150.000 € (budget + lavoro)

Servizi:

  • Campagne su Facebook (per ora bannate), Twitter, Google.

Opzione 2: Gestione interna

Costo: da definire (lavoro + budget)

Servizi:

  • Campagne su Facebook (per ora bannate), Twitter, Google (PPC).

Inoltre, ci sono anche agenzie specializzate in crypto ads. Le principali sono: Cointraffic, Coinad e A-ads.

Strategia Consigliata per il Paid Advertising

Consiglio di iniziare con i canali con i quali si ha più dimestichezza se non si vuole subito pagare un’agenzia specializzata in ICO marketing per gestire la campagna ad. Google è ottimo, ma ancora meglio Twitter. Facebook si rivela un utile strumento, anche se al momento l’ads su ICO è vietata.

Vi consiglio di ricorrete alle agenzie specializzate in ads che vi ho elencato sopra -o in altre che abbiano le carte in regole e non nel primo ciarlatano- nei giorni subito prima l’inizio dell’ICO e durante tutta la durata dell’ICO, preventivando un budget di almeno 10.000 €. La vostra ADS avrà così un impatto maggiore.

3. Forum e Social Media Marketing

ico marketing social media marketing

E’ la strategia che se ben congeniata e ben fatta assicura ancora i migliori risultati.

Opzione 1: Gestione esterna 

Costo: circa 20.000 € per attività di community management. Attenzione: il community manager deve sapere di cosa andrà ad occuparsi! Quindi oltre che skills tecniche, dovrà avere ottime basi teoriche relativamente (lo ripeto!) a ICO e blockchain.

Servizi:

  • SMM
  • Word of mounth, buzz marketing specie su Reddit e Bitcointalk.
  • Bounty Campaign.

Opzione 2: Gestione interna 

Costo: da zero a circa 5.000 € per assumere un esperto di SMM relativamente a progetti ICO e blockchain.

Cosa dovresti fare:

  • Assumere un esperto se non presente nel team. Quindi qualcuno con esperienza SMM, ma al tempo stesso esperto in temi ICO e con familiarità in ambito blockchain.
  • Managers per campagne bounty e signature specie via Telegram, Twitter e bitcoin talk.
  • Attività su gruppi Faceboook, Linkedin, subreddits dedicati, etc.

4. ADS nativa (SEO), Eventi e PR.

ico marketing paid ads

Se il budget è basso, non demordere. Probabilmente (anzi, sicuramente) dovrai mettere in preventivo un tempo maggiore, ma se il tuo progetto e team è solido, l’ICO ha comunque ottime probabilità di successo.

Per l’ ICO marketing del tuo progetto, focalizzati prima di tutto su quanto segue:

  1. Airdrop ovvero regalare tokens (di futura emissione) agli utenti, sperando che questi ultimi pubblicizzino il tuo progetto. Molti airdrop hanno anche link referral da condividere che funzionano sempre bene.
  2. Campagne bounty ovvero viral marketing in chiave ICO per coinvolgere utenti via Twitter, Facebook, blogs, etc.
  3. Pianifica una content strategy, quindi articoli da pubblicare, dove pubblicarli e orientati al SEO.
  4. Partecipa agli eventi giusti, l’ideale sarebbe vivere nelle città “giuste” e se non ci vivi cerca di arruolare uno o più ambassadors.
  5. Una volta che hai un sito web e un progetto (comprensivo di whitepaper) pronto rilascia dei comunicati stampa e distribuiscili alle testate di rilievo. Il costo può variare da 0 a qualche decina di migliaia di euro. Dai comunque un’occhiata a Bitcoinprbuzz che ha dei pacchetti a prezzo fisso per distribuire i tuoi comunicati stampa.
  6. Assumi un project manager o business developer esperto su temi ICO e fatti assistere per tutta la durata dell’ICO, quindi già dalla fase di planning.

Conclusioni

In questo post di ho parlato di ICO marketing ovvero delle diverse strategie di marketing e relativi costi da pianificare per la ICO della tua startup.

Per ognuna delle strategie che ti ho descritto; ICO listing, Paid Advertising, Forum e Social Media Marketing, ADS nativa, Eventi e PR ti ho dato spunti utili per minimizzare i costi, consigli legati alla mia esperienza e i migliori players presenti sul mercato a cui rivolgerti per migliorare le perfomance dell’ICO.

Scrivimi nei commenti se hai dei dubbi o contattami se vuoi un aiuto concreto per l’ ICO marketing della tua startup.

Scritto da Stefano, Startup founder | Digital Entrepreneur | Mentor, seguimi su:

Non la solita Newsletter!

Non la solita Newsletter!

1 email al mese sui contenuti più letti + le mie guide che non pubblico sul blog + una sorpresa. Non condividerò mai il tuo indirizzo.

Ci sentiamo presto!

Share This